II NERO SONETTO


Era arrivata al tempo invernale,
Quando per sempre saremo addormentati
E da tempo saremo violati,
Lei lì sembrava la sepolcrale.

Voleva evitare il temuto male
E tornare ai sogni desiderati,
Insieme alla gioia degli amati,
Scappando da temuti incubi tombali.

Con rassegnazione si arrese stanca,
Il desiderio della vita andato,
Lasciando il gracile corpo esile.

L'anima venne fuori sensibile,
Vide membra senza alcun fiato.
Insieme al nero adesso arranca.


Torna su